Profilo dell'allume: Michael Damioli

Michele Damioli
Maggie Hickey

È un momento emozionante quando Michael Damioli e il suo partner Cortland Mathers-Suter si preparano ad aprire la loro nuova attività: Colorado Medication Assisted Recovery (CMAR), un centro di cura per la salute mentale e la dipendenza a Denver, in Colorado. Per Damioli, il suo viaggio verso questo traguardo è stato pieno di eccitazione, incertezza e crescita personale. Il centro, CMAR, apre il 18 maggio 2020 con l'intenzione di ammettere e curare la popolazione dipendente da oppioidi a Denver, in Colorado. Damioli ha affermato che per lui questa attività non riguarda solo il trattamento di singoli casi, ma anche il modo di affrontare gli stimmi che circondano la comunità dipendente dagli oppioidi. Ha affermato che anche se circa 60,000 persone muoiono ogni anno a causa di un sovradosaggio, a questa popolazione mancano opzioni terapeutiche sufficienti e convenienti. Ciò ha portato Damioli e il suo partner a costruire un business che affronterà le problematiche presenti di fronte all'epidemia di oppioidi.

Il viaggio di Michael Damioli verso questo sforzo iniziò prima che fosse in grado di realizzarlo. Cresciuta in Ohio, tutta la famiglia di Damioli ha lavorato nel settore sanitario. Con sua madre che è un'infermiera e suo padre un farmacista, Damioli ha sempre saputo che avrebbe finito per lavorare nel settore sanitario. Ha iniziato gli studi universitari all'Università del Colorado a Boulder ma, dopo diversi anni, ha deciso di andarsene. Qualche tempo dopo, Damioli si trovò in trattamento a Prescott, in Arizona, e nel 2011 si calmò e iniziò a frequentare Prescott College. Fu in quel periodo che Damioli trovò la passione per la psicologia e lo sviluppo umano. Le lezioni che ha potuto seguire Prescott College lo ha interessato alla salute mentale e comportamentale e con l'incoraggiamento di alcuni professori stretti, ha iniziato a prendere lezioni di consulenza. Con un talento naturale per la consulenza, Damioli iniziò a guardare oltre la sua laurea in ulteriori opportunità educative. Nel 2014, dopo aver completato la sua laurea in psicologia e sviluppo umano, Damioli ha iniziato Prescott CollegeMS online in Counselling prima di trasferirsi all'Università del Colorado a Denver per completare un master in Social Work. Durante i suoi studi, ha avuto l'opportunità di lavorare presso il Cedar Addiction Treatment Center presso l'ospedale dell'Università del Colorado. Dalla sua laurea nel 2017, Damioli ha lavorato presso Valiant Living, un centro di trattamento delle dipendenze a Denver.

Anche se entrambi hanno partecipato Prescott College allo stesso tempo, Michael Damioli (direttore clinico) e Cortland Mathers-Suter (amministratore delegato) si sono incontrati a Denver, in Colorado, anni dopo le rispettive lauree. Colorado Medication Assisted Recovery (CMAR) è diventato il prodotto dei viaggi apparentemente paralleli dei due partner. Il centro fornirà consulenza e trattamento di persona, nonché servizi di teleassistenza alle persone della grande area di Denver con l'obiettivo di agire a livello locale e interessare a livello globale. Damioli ha voluto notare che questo progetto cerca di aiutare le persone a capire che la dipendenza è una malattia. Per quelli con stimmi che circondano le popolazioni dipendenti da oppioidi, vuole dimostrare che gli individui che soffrono di questa malattia meritano la stessa cura ed empatia data a qualsiasi altra sofferenza umana dalla dipendenza. Per coloro che fanno parte di questa comunità sottoservita, vuole assicurarsi che ci sia aiuto là fuori e che le barriere di stigmatizzazione vengano smantellate in modo che possano chiedere aiuto. È con queste due cose in mente che Michael Damioli e il suo partner Cortland Mathers-Suters inizieranno il loro nuovo capitolo con l'apertura di Colorado Medication Assisted Recovery.

Colorado Mediced Assisted Recovery

www.colorado-recovery.com